Sviluppo tecnologico e Accoglienza nei musei

L’impatto dello sviluppo tecnologico che ha radicalmente cambiato comunicazione e modalità di offerta dei servizi culturali, sembra non avere avuto lo stesso effetto nella gestione di uno dei servizi di base dei musei, quello dell’accoglienza, che è rimasta la stessa, quasi ovunque.

Sono molti i musei, entrando nei quali trovi la stessa atmosfera, lo stesso layout, le stesse procedure di servizio del secolo scorso.

Il banco rigido dietro al quale lavorano gli addetti, la biglietteria e la disposizione della cassa non sono molto diversi da quelli che avrebbero trovato i visitatori del passato. 

Quanto alle scrivanie che hanno sostituito il banco in alcuni musei, non sempre hanno portato un cambiamento nelle procedure del servizio di accoglienza che finiscono per renderla asettica e per irrigidire le relazioni con i visitatori.

Ma se lo sviluppo del digitale non è stato colto come opportunità di cambiamento nell’accoglienza dei musei, questo è avvenuto perché la cultura dell’accoglienza è storicamente trascurata.  

Nei musei, soprattutto in quelli di grande dimensione, domina ancora l’equivoco per il quale l’accoglienza equivale ad un insieme di procedure di accettazione da seguire all’ingresso dei musei, e in alcuni servizi “aggiuntivi”.

Se avete dei dubbi date un’occhiata a quanto prevede a quaesto proposito il Ministero[1]

A mio parere non è un caso se la maggior parte dei visitatori di un museo non ricorda chi li ha accolti in occasione della visita effettuata solo qualche giorno prima.

Naturalmente togliere le barriere e la rigidità non significa semplicemente ricorrere a soluzioni tecnologiche, e contemporaneamente togliere l’elemento umano. Perché questo significherebbe togliere personalità al museo.

Implementare lo sviluppo tecnologico è decisivo, a condizione che non porti ad un impoverimento nei servizi di accoglienza e ad una loro banalizzazione.

Su questi temi siamo impegnati da anni, e anche in questo 2019 abbiamo in programma il nostro convegno nazionale, il decimo, dedicato alla cultura dell’accoglienza nei piccoli musei.

GD

[1]http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1523359335541_REGISTRATO_D.M._21_FEBBRAIO_2018_REP._113.pdf

Un commento

Maria-Barbara Bastoni
gennaio 7, 2019
Buongiorno. Desideravo sapere quando si svolgerà il convegno annuale e la località. Grazie buon lavoro
Rispondi